Rising Alternative

“LA FORZA DEL DESTINO” featured in Central Palc

Il 15 marzo arriva nei cinema di tutta Italia La forza del destino

La forza del destino di Giuseppe Verdi della Bayerische Staatsoper arriva in tutta Italia il 15 marzo in 24 sale del circuito The Space Cinema da Milano a Trieste, Parma, Quartucciu, Lecce, Napoli… Sarà invece il 7 marzo al Piccolo Teatro di Padova, una sala della Comunità che grazie a un gruppo di appassionati volontari è riuscita a far riscoprire l’opera al cinema, ottenendo ad ogni titolo un successo di presenze. Il 16 marzo sarà a Castello d’Argile (BO) nel cinema teatro Don Bosco, che per la prima volta presenta un programma di opera lirica sul grande schermo, il 28 marzo nella Multisala Troisi di San Donato Milanese e per finire il 18 maggio al Cine4 Cityplex di Alba (CN).

Read More

Theatrum Mundi: Così fan tutte di W. A. Mozart – 16 febbraio alle ore 19.15

16 febbraio alle ore 19.15 Così fan tutte in dieci città italiane in diretta dal Palais Garnier nei cinema

E’ in scena al Palais Garnier di Parigi, il capolavoro di Wolfgang Amadeus Mozart Così fan tutte. Il 16 febbraio alle ore 19.15 l’opera sarà trasmessa in diretta satellitare nei cinema a livello internazionale, distribuita da Rising Alternative. In Italia l’evento tocca 10 città, da Milano a Pisa, Bologna, Limone Piemonte, Abbadia San Salvatore (SI), Rimini, Falconara Marittima (AN), Isola della Scala (VR), La Spezia e Alba. Con una proiezione speciale ad inviti all’Institut Français di Milano.

Al podio ci sarà Philippe Jordan mentre la regia e la coreografia sono di Anne Teresa De Keersmaeker che duplica i personaggi, ciascuno interpretato da un cantante e da un ballerino. “Una proposta originale e virtuosa, al tempo stesso stilizzata e incredibilmente umana … e con la direzione musicale di Philippe Jordan, in sintonia perfetta”, Le Figaro.

La trama della a terza e ultima delle tre opere italiane “buffe” scritte dal compositore salisburghese su libretto di Lorenzo da Ponte è tra le più note: convinti da Don Alfonso, un vecchio filosofo alquanto cinico, due giovani idealisti decidono di mettere alla prova la fedeltà delle loro amate Dorabella e Fiordiligi. Ma l’amore darà loro una lezione amara: coloro che erano considerate come fenici e dee si riveleranno corpi desiderosi …

Nel 1790, un anno dopo la Rivoluzione Francese, in quella che sarebbe stata la loro ultima collaborazione, Mozart e Da Ponte conducono una vera e propria indagine scientifica sull’amore. Straordinaria è la musica di Così fan tutte, complessa nella sua simmetria, giocosa e tuttavia infusa di una melanconia quasi sacra. Una partitura straordinaria in cui ogni nota sembra farci accettare una perdita: un paradiso perduto, la gioventù perduta, o una perduta amata, e ritrarre un mondo in cui tutto è in un flusso costante.

Questo laboratorio di erotismo non poteva che ispirare la coreografa Anne Teresa De Keersmaeker, che eccelle nel rivelare sul palco la geometria interna dell’opera. Con i dodici interpreti dei 6 personaggi, la coreografa rappresenta il desiderio che unisce e separa gli esseri umani, come le interazioni tra gli atomi che, una volta rotte, rendono possibili nuovi legami. “Anne Teresa De Keersmaeker e Philippe Jordan fondono intimamente musica e danza. Accompagnati da splendidi interpreti, fanno vedere e sentire Mozart come mai prima d’ora”, Le Soir.

Tosca, con Jonas Kaufmann al cinema – 7 febbraio ore 20.00

Tosca di Giacomo Puccini dell’Opernhaus di Zurigo apre la rassegna che vede Jonas Kaufmann interprete di tre opere. 7 febbraio alle ore 20.00 al cinema.

Il grande tenore tedesco, divenuto una star del mondo della lirica sia per le qualità musicali e vocali sia per le doti attoriali, sarà in cartellone con tre titoli: la Tosca dall’Opernhaus Zürich, La forza del destino, Bayerische Staatsoper di Monaco e Cavalleria Rusticana | Pagliacci, Festival di Salisburgo.

Tosca di Giacomo Puccini dell’Opernhaus di Zurigo dà il via alla rassegna di titoli che porta Jonas Kauffmann nei cinema italiani. Il 7 febbraio verranno coinvolte 25 sale di 23 città in tutta Italia del Circuito The Space Cinema e indipendenti. L’opera ha già riscosso un enorme successo in Spagna.

“Vissi d’arte vissi d’amor”: Tosca è l’affascinante ritratto di una donna che ha consacrato anima e corpo all’arte e all’amore. L’affermato regista Robert Carsen indaga in profondità il contrasto tra realtà e apparenze in questa versione del thriller pucciniano, con interpreti straordinari che affiancano Kaufmann, quali Thomas Hampson e Emily Magee.

Tosca è il melodramma allo stato puro, ad oggi, una delle opere più popolari del suo compositore. È anche una vera e propria “opera d’azione”, una realistica “crime story”, completa di tortura, tradimento, omicidio, sesso e suicidio. E nella produzione dell’Opera di Zurigo qui presentata, emerge un avvincente studio psicosessuale dei tre personaggi tragicamente e fatalmente legati.

Interpretata da Emily Magee, Tosca è la vera e propria incarnazione di una primadonna di una bellezza sorprendente, forte e allo stesso tempo vulnerabile.

Con la sua imponente presenza scenica, il baritono statunitense Thomas Hampson porta il malvagio Scarpia, spesso unidimensionale, al livello di un gentleman criminale ed elegante seduttore che affascina fino al suo ultimo respiro.

Nell’interpretare Cavaradossi, Jonas Kaufmann si conferma come uno dei più versatili, sensibili e vigorosi tenori lirici del nostro tempo. Sia che indulga in battute giocose, manifesti sdegno appassionato o si accenda di ardore romantico, Kaufmann è sempre a suo agio e immancabilmente sicuro nel delineare ogni sfumatura del suo personaggio. La stampa è stata unanime nel lodare “la sua oscura coloritura, smagliante e robusta …il lirismo pucciniano con una ricchezza di sfumature praticamente sconosciute dai tempi di Di Stefano e Callas” (Badische Zeitung). Mai prima d’ora il cavallo di battaglia “E lucevan le stelle” era stato interpretato con tanta intima e straziante intensità.

Al podio, l’italiano Paolo Carignani dirige l’Orchestra dell’Opera di Zurigo con mano magistrale. La messa in scena dell’acclamato regista canadese Robert Carsen impegna lo spettatore in una sottile ”recita nella recita”, in cui teatro e realtà si fondono insieme in una versione intelligente e rivelatrice di questo emozionante thriller operistico.

“Far diventare l’opera parte dell’esperienza quotidiana, come era stato ai tempi di Caruso” dice di Kaufmann, secondo il quale bisognerebbe attirare un nuovo pubblico utilizzando i media. L’opera al cinema va in questa direzione, la sala coinvolge un pubblico di appassionati e stimola la riscoperta dell’opera lirica perché più accessibile.

Bunbury. El camino más largo – En cines el 15 de marzo

Un rockumental sobre la gira de Bunbury por los Estados Unidos llega a las pantallas de España el 15 de marzo.

El 11 de noviembre de 2010 Enrique Bunbury actuó en el Estadio Azteca de Mexico, convirtiéndose en el primer músico español en congregar 90.000 personas en un concierto en Latinoamércia él sólo.  Unos meses después, la estrella de rock decide afrontar un nuevo reto adentrándose en un fascinante e inédito tour por carretera a lo largo y ancho de Estados Unidos, en compañía de su banda, su mujer y su gato, dando conciertos en lugares nunca antes explorados por el rock español. Lo que en un principio parecía un apasionante viaje para conquistar nueva audiencia y un nuevo mercado, pronto se torna en un inesperado viaje interior de Enrique a sus propias luces y sombras con la música, convirtiéndose en un viaje vital donde cada kilómetro es como si fuera el último.

Iolanta | The Nutcracker in cinemas Live from Opéra de Paris March 17, 2016

Directed for the stage by Dmitri Tcherniakov, this exceptional programme combines all the talents of the Paris Opera and offers an opera and a ballet in a single evening: Tchaikovsky originally intended Iolanta and The Nutcracker to be staged together. However, since their debut performance at Saint Petersburg’s Mariinsky Theatre in 1892, they have been presented separately. The composer found inspiration for his opera in Danish playwright Henrik Hertz’s work recounting the romantic story of Iolanta, the blind daughter of King René. Protected by her father in his Provençal château, the princess ultimately regains her sight before marrying the gallant knight Vaudémont.

The Nutcracker is based on a tale by Hoffmann adapted by Alexandre Dumas. Like a two-sided mirror reflecting the dreams of a composer who took refuge in the realms of the imaginary, the Paris Opera is reviving the original diptych. Alain Altinoglu conducts and Dmitri Tcherniakov stages this production that symbolises the link between opera and ballet.

Il Trovatore from Opéra de Paris LIVE in cinemas February 11, 2016

Anna Netrebko, Marcelo Álvarez and Ludovic Tézier will be LIVE in cinemas next February 11 from Opéra national de Paris in a production of Alex Ollé (La Fura dels Baus).

In the aftermath of Rigoletto, Verdi’s sole desire was to do something new. However, he became impatient, angry even, when the project to adapt El Trovador, the play by the Spanish dramatist Antonio García Gutiérrez, aroused only guarded enthusiasm from Salvatore Cammarano, his librettist, and the man to whom Donizetti owed in part the success of Lucia di Lammermoor. Was it due to the libretto’s inordinately improbable storyline or the illness that would ultimately consume him that the poet left the libretto unfinished? Despite the urgings of the irrepressible Verdi, Cammarano would not yield. Herein lies the paradox of Il Trovatore: in the eyes of its detractors it was the epitome of melodrama and yet the formal constraints imposed by Cammarano fanned the flames of the composer’s passions.

Rather than true characters – excepting perhaps Azucena the Gypsy, who guards the secret that will destroy them all – the music portrays almost abstract figures consumed by passion. Originally intended by Verdi to be a secondary role, Leonora takes on the status of a sacrificial heroine. Her fourth-act cavatina “D’amor sull’ali rosee” is not so much a farewell as an Assumption. Anna Netrebko carries this enraptured music to new heights. She is accompanied by Ekaterina Semenchuk, Marcelo Alvarez and Ludovic Tézier, in a new production by Alex Ollé.

 

Ballets Russes from Paris and Der Fliegende Holländer from Zurich, the new titles in cinema to start 2016.

Two titles to not miss in cinemas next months!

Ballets Russes, from Opéra national de Paris, present four essential works, bringing together the artistic elite of their day- choreographers, painters and musicians – are performed in their unsurpassable original choreography.

Der Fliegende Holländer, Richard Wagner’s opera from Opernhaus Zürich achived great reviews:

  • Acclaim for Zürich’s Dutchman – Bryn Terfel’s first recording of the role in any medium: “Terfel achieves almost supernatural stage presence…One has no wish to experience any other Dutchman… Gripping, passionate music theatre” Oper aktuell
  • A truly titanic experience” Financial Times
  • “She (Anja Kampe) has the purity of tone and openness of visage that we associate with Senta, and she phrased her music on a large scale, with unfailing emotional generosity”. Stephen Hastings – Opera News

 

Over the past 11 years, Rising Alternative's team has brought more than 210 programs
Our cinemas
Our cinemas